Accesso civico 'semplice' concernente dati, documenti e informazioni soggetti a pubblicazione obbligatoria

L'art. 5 del D.Lgs. 33/2013 prevede il diritto di chiunque di richiedere alle pubbliche amministrazioni di pubblicare documenti, informazioni o dati, nei casi in cui sia stata omessa la pubblicazione prevista dalla normativa vigente. La richiesta di accesso civico non deve essere motivata ed è gratuita. La richiesta deve essere presentata a mezzo posta elettronica al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza di C.V.A. S.p.A. (dott. Massa Federico) all'indirizzo: massa.federico@cvaspa.it (Tel. 0166.823111)

Si prega di inserire nell’oggetto della mail la seguente dicitura: “richiesta di accesso civico relativa ai dati oggetto di pubblicazione”.

Le richieste non devono essere generiche, ma consentire l’individuazione del dato, del documento o dell’informazione con riferimento almeno alla loro natura e al loro oggetto.

Verificata la sussistenza dell'obbligo di pubblicazione, il Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, entro trenta giorni, procede alla pubblicazione nel sito del documento, dell'informazione o del dato richiesto e lo trasmette al richiedente ovvero comunica al medesimo l'avvenuta pubblicazione, indicando il relativo collegamento ipertestuale. Se quanto richiesto risulta già pubblicato, indica al richiedente il relativo collegamento ipertestuale.

Clicca qui per compilare il modulo di richiesta di accesso civico

In caso di inerzia, ritardo, omessa pubblicazione o mancata comunicazione, il richiedente può ricorrere all'Amministratore Delegato (ing. Enrico De Girolamo), quale titolare del potere sostitutivo, inviando una richiesta tramite posta elettronica all'indirizzo: degirolamo.enrico@cvaspa.it (Tel. 0166.823111)

Clicca qui per compilare il modulo di richiesta di accesso civico al Titolare del potere sostitutivo

Per la definizione delle esclusioni e dei limiti all’accesso civico si rinvia alle Linee Guida dell’ANAC adottate con Delibera n. 1309 del 28 dicembre 2016.